Rivoluzioni dentistiche: ecco lo spazzolino solare senza dentifricio!

Scordatevi il dentifricio, la nuova igiene orale adesso è tutta solare!

Il professore emerito in odontoiatria dottor Kunio Komiyama e il suo collega Dr. Gerry Uswak dell’Università di Saskatchewan in Canada sono alla ricerca di 120 ragazzi volontari disposti a spazzolarsi i denti con un prototipo di spazzolino alimentato solo da un piccolo pannello solare come quello di una calcolatrice, e a sottoporsi a qualche controllo extra sulla fatidica poltrona.

Il produttore, l’azienda giapponese Shiken, si avvale dei ricercatori per la verifica dell’efficacia dell’ausilio igienico, che oltre a ricavare la sua energia senza le odiose batterie, è in grado di innescare una benefica reazione chimica nella bocca, che si traduce nell’eliminazione dei batteri e della placca dentaria, presumibilmente in maniera più efficace ed ecologica di uno spazzolino tradizionale.

Il primo modello progettato, che è stato descritto 15 anni fa sul Journal of Clinical Periodontology, contiene una bacchetta di biossido di titanio nella testina, proprio sotto la setole di nylon e funziona quando la luce colpisce la barretta umida, rilasciando elettroni che reagiscono con gli ioni acidi presenti nel cavo orale, contribuendo a rompere lo strato di placca. Sono pronto a scommettere che l’idea gli è venuta testando la carica di una batteria con la lingua!

Il nuovo modello di Komiyam, il Soladey J3X, consente di raddoppiare l’azione chimica dirompente rispetto a quello originale. Dalla base sporge un pannello solare, che trasmette gli elettroni verso l’alto dello spazzolino attraverso un semplice conduttore.

Pur non funzionando al buio, in laboratorio ha dimostrato di avere la meglio contro culture dei batteri tipici di questo problema, osservandone la completa distruzione.

Alla conferenza annuale FDI World Dental di Dubai lo scorso mese, il progetto del team ha ricevuto il primo premio tra 170 candidati, attestando la fiducia e il merito scientifico per il rivoluzionario spazzolino di Komiyama.

Come al solito, se già la prima versione da queste parti non si era mai nemmeno sentita nominare, possiamo solo incrociare le dita affinché questo oggetto miracoloso possa un giorno giungere sugli scaffali dei nostri supermercati. Ohibò.

Fonti: Canada.com, PhysOrg, cnBeta.com

2 thoughts on “Rivoluzioni dentistiche: ecco lo spazzolino solare senza dentifricio!

  1. Ho uno spazzolino della Sony, acquistato 20 anni fa in Giappone che funziona sullo stesso principio grazie ad una pila nel manico.
    Di nuovo, quindi, c’è solo che al posto della pila hanno messo il pannello solare… che poi in bagno non è che ci sia tutto questo sole!

  2. Interessante, probabile che si tratti di uno dei primi prototipi, in quanto alla luce, non credo ce ne voglia poi così tanta, una calcolatrice solare funziona anche di sera con l’illuminazione artificiale…😉

    Ho trovato anche un video:

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...