Imballaggi fungini

L'Ecocradle in persona!

Si chiama Ecocradle™, ed è un nuovo materiale per l’imballaggio composto essenzialmente da sottoprodotti agricoli (come ad esempio scarti di cotone) resi consistenti da micelio fungino, il reticolo filiforme dei funghi che costituisce la parte vegetativa ed è composto da molte cellule allungate (ife). Con l’aspetto e la funzionalità delle schiume polimeriche, l’EcoCradle può essere fabbricato con solo un solo ottavo dell’energia e un decimo delle emissioni di biossido di carbonio rispetto al materiale tradizionale degli imballaggi come il polistirolo.

Grazie alla sua origine naturale, questo materiale quando esaurisce il suo scopo produce un ottimo compost per concimare il proprio orticello! L’idea  è frutto di due ex studenti del Rensselaer Polytechnic Institute, Gavin McIntyre e Eben Bayer, che hanno fondato la Ecovative Design di Green Island, NY, riuscendo a realizzare il loro progetto che è già in produzione.

McIntyre afferma:

“Noi non produciamo materiali, li facciamo crescere, stiamo convertendo sottoprodotti agricoli in un prodotto di maggior valore”.

Inoltre, poiché la materia prima è basata su risorse rinnovabili, il materiale possiede un ulteriore vantaggio economico: non è soggetto a fluttuazioni di prezzo comuni ai materiali sintetici derivati da fonti come il petrolio.

Con il supporto della National Science Foundation, McIntyre e Bayer stanno sviluppando un nuovo metodo caratterizzato da un minore consumo di energia per la sterilizzazione del riciclato agricolo che compone la materia prima, un passo necessario per l’attivazione delle fibre dei funghi, chiamati miceli, di cui viene stimolata la crescita.

Leggero ... come il Greensulate!

McIntyre e Bayer stanno sostituendo il processo termico a vapore per la sterilizzazione con un trattamento a base di oli di corteccia di cannella, di timo, di origano e di citronella.

In aggiunta a questo prodotto, Ecovative ha sviluppato anche un materiale isolante  per l’edilizia battezzato Greensulate™. Comparabile in efficacia con le migliori schiume isolanti, ha il vantaggio di essere un ottimo ritardante di fiamma. Ecovative sta già producendo i prodotti su imballaggi protettivi per conto di numerose aziende, anche se il nuovo processo di sterilizzazione per la produzione di sistemi chiavi in mano non sarà pronto prima del  2013.

Chissà quando questi nuovi materiali biocompatibili verranno resi obbligatori per legge (o per buonsenso)???

Fonti: PhysOrg, ecovativedesign

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...