Il global warming è la causa di tutti i mali?

Il riscaldamento globale è un espressione che indica un aumento della temperatura media dell’atmosfera terrestre e degli oceani a causa di eventi naturali. Almeno così esordisce pressapoco Wikipedia, vedo già qualcuno inalberarsi, ma lo pregherei di pazientare.

Quando si parla invece di surriscaldamento climatico, beh, allora abbiamo a che fare con lo spaventoso Global Warming, attribuito con grande consenso (anche se non esente da autorevoli dissensi) alle attività antropiche, ovvero è a nostro (esclusivo?)  carico, e bisognerebbe correre  quanto prima ai ripari. Come? Forse lo vedremo un’altra volta.

Quello che ora mi lascia perplesso è l’enorme numero di articoli sensazionalistici che riscaldano ancora di più un clima già aspro e surriscaldato dalle recenti gaffe dell’IPCC. Articoli pubblicati nel corso degli anni che pongono il GW a capo di tutti i mali, anche se onestamente non sono in grado di dire quali siano veritieri e quali invece frutto di mera illazione, alcuni sono davvero notevoli, sarcasticamente parlando. Vediamone una ‘breve’ rassegna:

Potete trovarne a centinaia qui, una raccolta di tutte le spaventose segnalazioni attribuite ai cambiamenti climatici, che non finiscono mai di sorprendere…

Scusatemi, ma devo scappare a comprare un cappotto.

3 thoughts on “Il global warming è la causa di tutti i mali?

  1. Questa lista la conoscevo da tempo. Credo che parte del negazionismo dei media derivi anceh da questo eccessivo e martellante allarmismo. Molti di quegli studi sono solo ipotesi o congetture o forzature.
    Il global warming di natura antropica esiste ma non è possibile fare previsioni a breve o a lungo termine. Il clima è una bestia complessa e nel riscaldamento globale giocano elementi antropici e climatici difficili da discernere.

  2. Ciao fabristol, lieto di leggerti anche in questo umilissimo blog.🙂
    Sono perfettamente in linea con le tue tesi, e anche qui è possibile notare una forte componente politica che inquina la verità. Chiaramente il post vuole essere una denuncia degli allarmismi, da qualunque fonte vengano strillati, e mi sono davvero divertito a leggere alcuni degli articoli linkati.
    Per quanto riguarda la componente antropica del GW, seppure accettandone l’origine, ritengo attualmente indeterminabile la sua ripartizione quantitativa in funzione delle cause. Ma potrei anche ravvedermi …

  3. Mah, credo che molti di questi articoli andrebbero verificati prima di poterne discutere (vedo ad es. alcuni del Telegraph del quale mi fido poco), e comunque perlopiù si tratta di problemi marginali – se non risibili – rispetto a quelli principali. Da parte mia, preferisco tornare ai punti fondamentali della teoria AGW, come ha fatto John Cook nel suo recente intervento all’Università del Queensland; le slide annotate sono disponibili qui:

    http://www.skepticalscience.com/University-of-Queensland-talk-wrap-up.html

    Alla sua esposizione va aggiunto poi il discorso sull’acidificazione degli oceani:

    http://www.skepticalscience.com/Ocean-acidification-Global-warmings-evil-twin.html

    Ciao

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...